20 Ott 2015

CONCERTO PER STRUMENTI TRADIZIONALI 6 NOVEMBRE 2015

//
Comments0

6 novembre ore 20.00

CONCERTO PER STRUMENTI TRADIZIONALI

Dopo la partecipazione al cineconcerto Taki no shiraito, Harrie Starreveld allo shakuhachi, Makiko Goto al koto e Hideaki Tsuji allo shamisen propongono a tutti gli appassionati del genere sankyoku (ensemble shakuhachi/shamisen/koto) un concerto di brani classici e contemporanei.

Auditorium dell’IStituto Giapponese di Cultura

Programma della serata:

Kurokami   di Koide Ichijūrō  (shakuhachi /singing/koto)
Shaei  di Hikaru Sawai, (koto solo)
Intermezzi II   di Misato Mochizuki (koto solo)
Shika no tone  di Kinko Kurosawa (shakuhachi solo)
Rokudan  di Yatsuhashi Kengyo (shamisen/shakuhachi)
Honju di Minoru Miki (shamisen solo)
Jongara-bushi (shamisen solo)
Sakura (trio)

Harrie STARREVELD shakuhachi
Ha studiato flauto con Koos Verheul al Conservatorio Sweelinck di Amsterdam e oggi è internazionalmente considerato uno dei maggiori interpreti di musica contemporanea per flauto. Ha lavorato con compositori come Carter, Donatoni, Ferneyhough, Yun, Boulez, Crumb, Harvey, Tan Dun, Loevendie, Weddington e Ton de Leeuw. Dal 1982 è membro del Nieuw Ensemble; insieme a René Eckhardt (pianista) e a Harry Sparnaay (clarinetto basso) ha formato lo Het Trio. Come solista ha eseguito un gran numero di concerti per flauto e ha suonato con importanti direttori d’orchestra come Ernest Bour, Hans Vonk, Arturo Tamayo e Reinbert de Leeuw. Dal 1980 insegna flauto al Conservatorio Sweelinck di Amsterdam e Brema e tiene masterclass in tutto il mondo. E’ tra i pochi occidentali esperti anche di shakuhachi, flauto dritto giapponese di bambù, strumento che gli ha permesso di approfondire la cultura e il repertorio musicale giapponese tradizionale e contemporaneo.

Makiko GOTO koto
Ha iniziato lo studio del koto con la madre all’età di 9 anni e ha proseguito sotto la guida di Kazue e Tadao Sawai alla Sawai Koto School, da dove si è congedata con il grado di shihan (massimo livello). Nel 1986 si trasferisce alle Hawaii per insegnare presso il Dipartimento di Musica Etnica dell’Università hawaiana dove fonda anche una sede della Sawai Koto School. Suona il koto tradizionale a 13 corde e il koto basso (a 17 corde o 21corde), muovendosi a proprio agio sia nei repertori tradizionali sia in quelli contemporanei. Dal 1992 vive nei Paesi Bassi, motivo per cui viene frequentemente invitata a prime esecuzioni di brani per koto di compositori contemporanei europei, a partecipare a formazioni e gruppi (duo, trio, ensemble di musica elettronica, teatro, danza, etc.) e a tenere lezioni e dimostrazioni presso conservatori, università e organizzazioni varie.

Hideaki TSUJI shamisen
Nato in Giappone, inizia la sua formazione in chitarra classica all’età di 15 anni. Frequenta la Bunei Music School e successivamente la Takamatsu Music University per poi proseguire gli studi musicali in Francia a partire dal 1993, presso prestigiose istituzioni musicali, come il Conservatorio Nazionale di Lione, l‘Ecole nationale de music d’Aulnay sous bois e il conservatorio di Strasburgo, dove completa con successo i corsi di Pablo Márquez. Parallelamente inizia a studiare shamisen con il maestro Toshinori Kyogoku. Nel 2002, fonda il gruppo Iônah per il quale compone la maggior parte delle musiche. Si è esibito come solista in diversi ensemble di musica contemporanea, partecipando a concerti presso il Museo del Louvre di Parigi, la Philharmonie di Lussemburgo, la Muziekgebouw aan ‘t IJ di Amsterdam, il festival Carmelo Bernaola in Spagna.

foto in evidenza: by Clara Ehrlich