Hitoiki - Parole del direttore

21 Jun 2013

Speciale 50 anni – Biennale di Venezia

/
Posted By
/
Comments0

E’ stato premiato con una Menzione Speciale il Padiglione Giappone alla 55. Biennale dell’Arte di Venezia per la mostra di Koki Tanaka quest’anno, subito dopo l’assegnazione del Leone d’Oro a Architecture. Possible here? Home for All nell’ambito della scorsa Biennale di Architettura. Mi compiaccio del valore di queste due partecipazioni giapponesi, entrambi incentrati su aspetti inerenti la ricostruzione dopo il grande terremoto del Giappone Orientale.
L’inizio delle partecipazioni degli artisti giapponesi alla Biennale di Venezia risale a molto tempo fa. La seconda Biennale (1897) ospitò una mostra speciale di più di cento opere d’arte giapponesi, ripetuta, ma non ancora in forma di partecipazione nazionale, prima della guerra.
La prima partecipazione nazionale ufficiale è alla 26.ma esposizione del 1952. Nel 1956 fu costruito il Padiglione Giappone, il diciottesimo padiglione straniero nei giardini di Castello, sede principale della Biennale, 6 anni prima della fondazione del nostro Istituto a Roma.
Il padiglione Giappone è stato l’unico edificio dei paesi asiatici fino al 1995, quando venne costruito quello coreano.
Coordinamento e logistica della partecipazione del Padiglione Giappone alla Biennale sono tra gli impegni principali di questo Istituto. Sono onorato della funzione di divulgazione dell’arte e dell’architettura giapponese svolta negli anni dal Padiglione Giappone alla Biennale di Venezia, che è sempre un’eccellente vetrina sulle tendenze e il gusto mondiale.

Fumio Matsunaga
Direttore dell’Istituto Giapponese di Cultura in Roma
21 giugno 2013